Panelle di ceci, gioielli dello street food siciliano

A Palermo, la capitale dell’Isola, le panelle di ceci sono una vera e rispettabilissima istituzione. Non solo è possibile trovarle praticamente dovunque, nelle storiche friggitorie, dai venditori ambulanti, nei bar più eleganti, sino ai piccoli buffet d’azienda e o dei ricevimenti, ma occupano un posto d’onore nella storia gastronomica della città. 

Da quando il cibo di strada ha ottenuto la ribalta pressoché universale grazie al “ripescaggio” a cura dei grandi chef ed alla globalizzazione del cibo locale, le panelle sono state riscoperte in tutta Italia e oltre. È adesso facilissimo trovarle in ogni parte della Sicilia, inclusa quella orientale che fino a qualche anno fa non le contemplava in alcun modo nei menu o nella vendita. Eppure oltre ad essere molto semplici da preparare, le panelle sono anche molto sane. Sono naturalmente senza glutine, visto che l’impasto è composto solo da farina di ceci, acqua e sale. Una volta cotto viene stese su un piano e  da qui si ricavano dei singoli rettangoli destinati alla frittura.

Pane e panelle. O nel cartoccio

Le panelle di ceci vengono servite calde o tutt’al più tiepide. In verità in molti le trovano buonissime anche fredde, da gustare in un contesto estivo come antipasto.

Cos’è che rende affascinanti le panelle? Sicuramente il fatto che siano facili da trasportare durante il consumo. Un po’ in tutta la Sicilia vengono servite nel cartoccio, un po’ come il fritto misto di pesce. I palermitani amano però servirli dentro il pane, a mo’ di ripieno: pane e panelle, non si scappa!

Si possono aggiungere all’impasto degli aromi che differenziano il sapore dalla versione più tradizionale della versione con “prezzemolo”. Una cosa è certa: se avete voglia di cibo siciliano senza troppe elaborazioni, magari da abbinare ad un buon bicchiere di vino, le panelle fanno davvero al caso vostro. 

Ecco la ricetta:

Panelle

Ingredienti: 

400 g di farina di ceci, 

1 litro di acqua 

un ciuffetto di prezzemolo tritato, 

un bicchiere di olio extravergine d’oliva, 

sale, 

pepe. 

Procedimento: 

Versare a  pioggia la farina di ceci in una pentola con 1 l d’acqua bollente, salarla e portala sul fuoco moderato, rimescolando continuamente finché l’impasto si staccherà la pareti del recipiente, poi unire il prezzemolo. Versare il composto sulla spianatoia precedentemente inumidita con un po’ d’acqua e con la lama bagnata di un grosso coltello, uguagliare la superficie e allargarla finché raggiunge lo spessore di mezzo centimetro. 

A freddo, ritagliare dei rettangoli di qualche centimetro di lato e friggerli dorando i due lati; ma mano che le panelle sono pronte, metterle a sgocciolare su carta paglia per eliminare l’olio in eccesso.

Spolverizzare con pepe macinato al momentoe servirle caldissime.

 

Che ne dite di preparare in casa le nostre panelle? Non sono per nulla difficili e alla fine vi daranno tanta soddisfazione! Se volete altri consigli non esitate a contattare Cucina del Sole su Facebook o su Instagram! Vi risponderò di certo.

 

“Per le vie della vecchia Palermo il venditore di pannelle avverte i compratori che la sua merce è calda (cavura cavura) ed è pronta per imbottire, ben salata, pani e panini”. 

Giuseppe Bonomo, Alla salute della Santuzza, in tuttItalia